Dopo aver presentato qualche Cardi e qualche Cardi-Vostok, oggi è la volta di un Cardi-Poljot

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

Un po’ di storia di Cardi la trovate nella presentazione di questo modello.
Un orologio con un quadrante davvero molto simile a questo (seppur in negativo) lo trovate invece qua.

Pur chiamandosi Poljot in effetti il modello in questione ha, nella grafica, moltissimi elementi cari alla produzione Cardi

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

Comunque, il quadrante è senza lode e senza infamia.
Il nero è bello intenso e le guarniture dorate brune non ci stanno male.
Gli indici sono un po’ isterici ma generalmente numerici, semplici, lineari, c’è anche un giro di secondi all’esterno

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

L’indice al 12 è sovradimensionato ma riprende ed equilibri in simmetria il triangolo con GP sopra ore 6.

Sempre a Nord un miliardo di indicazioni… Il logo Cardi Vostok, il nome del modello Cardi Poljot, l’indicazione che è un Chronoscope (come tutti ma un vuol dire nulla, è per darsi un tono…) e la precisazione -sottolineata- che sia un Racing Time

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

Molto particolare la lunetta, fissa ma con inserto satinato e molto curata. Pallini per ogni minuto e triangolo ogni 5.
Sotto ore 6 si rimarca come sia un Cardi Vostok Chrono.

La cassa è lucida, come il bordo di meno d’un millimetro che sporge, delinea e delimita il profilo della lunetta e dell’inserto sia esternamente che dal lato interno (quello del plexiglas per intendersi)

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

L’effetto di contrasto tra sfere, cassa, lunetta e fondo scuro è molto gradevole, come il fatto che il quadrante risulti abbastanza incassato e “basso” rispetto al plexiglas

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

Anche il fondello (a scatto) è differente da quelli di altri Cardi e induce a ulteriori deduzioni.

Riporta infatti scritto (e ben iquadrettato) “Cardi Victory” e non Cardi Vostok.
Beh, di certo il CV sul quadrante è lo stesso logo che si trova su quadranti e fondelli già visti su altri Cardi.

C’è scritto anche Elipse, e che è stato fatto in Russia

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

Lo stesso fondello lo trovate sul Cardi Victory Elipse Radar equipaggiato con uno ZIM 2602

Ma la cosa più divertente è che, nonostante sul quadrante sia abbastanza chiaramente riportato il nome Poljot…

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

Dentro non ci sia un movimento Zarja.

Più precisamente uno Zarja 2009.1 che per non perdersi nella cassa abbondante è tenuto in sede da un abbondante anello metallico (cioè è più anello che movimento)

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

Per concludere, un’ultima foto

Cardi Poljot Chronoscope Racingtime GP

Ho parlato per la prima volta di questo orologio su CCCP-forum.it qua

Daniele

2 comments on “Cardi Poljot Victory Elipse Chronoscope Racingtime GP (Zarja) – 2009.1”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *